Descrizione di Neolamprologus timidus , Nuove specie , e la revisione delle N. furcifer dal lago Tanganica

Ciclidi del lago Tanganica
Avatar utente
Antonio87
Utente
Utente
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/05/2014, 13:44
Reputation: 13
Cosa allevi: N/D
Allevo pesci dal: N/D

Descrizione di Neolamprologus timidus , Nuove specie , e la revisione delle N. furcifer dal lago Tanganica

Messaggioda Antonio87 » 11/02/2016, 9:47

Sven O. Kullander*, Michael Norén*, Mikael Karlsson** and Magnus Karlsson**

timidus Neolamprologus, nuova specie, viene descritto da Ulwile Island e località adiacenti sulla Tanzania
costa del lago Tanganica. La specie è stata osservata o raccolto lungo circa 100 km di costa da Kolwe
Point, Cape Mpimbwe, a sud di Kisi Island. Si distingue dalle specie più simili, N. furcifer, dalla presenza
delle scale su più della guancia, lungo pettorale e pelvico con il secondo raggio più lungo del primo.
timidus Neolamprologus è simpatrica con N. furcifer a Kolwe Point e sud a Kampempa Point, e al Lupita
e Isole Ulwile sud di Kisi Island, ma N. furcifer è altrimenti assenti dalla gamma di N. timidus. Due
morfologicamente distinte forme sono riconosciuti in N. furcifer. I campioni di N. furcifer da Ulwile Island e un po '
più località del sud in possesso di una pinna caudale con lobi arrotondati e lunghi raggi di mezzo, che appaiono solo
un po 'emarginate. I campioni di N. furcifer da Udachi e località vicine possiedono sottolineato lobi caudali-fin
con le fiamme notevolmente allungate, simili a N. timidus e N. furcifer da altre parti del lago Tanganica,
compresi gli esemplari del tipo dalla parte meridionale del lago. La variazione di forma caudale pinna può essere
espressione di spostamento carattere, come si verifica nella zona di simpatria tra il N. timidus e N. furcifer. mitocondriale
sequenze di DNA sono quasi identici in campioni di N. furcifer con pinna caudale appuntita o arrotondata.
Una analisi filogenetica molecolare di un grande insieme di ciclidi lamprologin utilizzando due geni mitocondriali corrobora
analisi precedenti e luoghi N. Furcifer e N. timidus in diverse cladi con diverse specie di Neolamprologus,
Julidochromis, Chalinochromis, e Telmatochromis nonostante la condivisione di una combinazione unica di pinne e corpo
forma e modello di colore. Un 4648 di base-pair analisi multiloci di un numero minore di specie utilizzando frammenti di
tre mitocondriale e due geni nucleari risolve N. furcifer e N. timidus in cladi sorella, ma il timidus N.
clade comprende anche Telmatochromis brachygnathus, e N. furcifer è specie sorella di Chalinochromis Brichardi.

Introduzione
La tribù ciclidi Lamprologini costituisce un importante
componente della fauna ittica endemica del lago
Tanganica , con circa 80 specie distribuite nelle
sette ( Poll , 1986) , otto, o forse nove ( Stiassny ,
1997) generi . Un ulteriore otto specie sono
conosciute solo dal fiume Congo , e una specie
solo dal fiume Malagarasi ( Schelly &
Stiassny , 2004; Schelly et al . , 2003) . Molti dei
specie lacustri lamprologin endemiche sono noti
da pochissimi esemplari e / o poche località .
Neolamprologus furcifer ( Boulenger , 1898a ) è un
piccole specie studiate con ampia distribuzione in
habitat rocciosi tutta la costa del lago
( Konings , 1998) , ma finora segnalato solo dal località sparse e relativamente pochi esemplari.
Si distingue per il suo colore scuro, nerastro,
forma slanciata, protuberanza nucale, grandi occhi,
e raggi caudale pinna marginali prolungati, ed è
di solito visto nuotare a testa in giù in fessure.
In molecolare analisi non lo fa gruppo con
altre specie di Neolamprologus Colombé & Allgayer
(1985), ma è sorella di un clade composto da
specie di Julidochromis Boulenger (1898a) e
Chalinochromis Poll (1974) (Day et al, 2007;. Sturmbauer
et al., 1994, 2010).
Mentre due di noi (MK, MK) esaminò la subacquea
habitat nel lago Tanganica vicino Maenga
a Mvuna isola al largo della costa di Kipili, Tanzania,
nel mese di aprile 2008, abbiamo notato un pesce timida in una fessura
a 18 m di profondità, in un habitat scuro con enormi massi.
E 'apparso molto simile a N. furcifer. la sua
colorazione corpo era marrone scuro con due
strisce orizzontali scure e si era allungata
pinne. Il pesce sembrava più magro e aveva un
testa a punta, ma abbiamo ipotizzato che queste erano
caratteristiche di un novellame, dal momento che l'individuo che
osservato era solo circa 6 cm. mentre si avvicina
il pesce è rapidamente scomparso tra i
rocce. Diving vicino Musi Point a Ulwile Island,
situato a soli 5 km a sud est di Mvuna Island,
osservati più individui che hanno avuto due orizzontali
strisce sul corpo e allungate le pinne,
simile al pesce che avevamo visto a Mvuna Isola
ma anche qui con l'iride di colore arancione. Nello stesso posto
ci sono stati anche gli individui che non avevano strisce a
tutti o solo macchie sfocate, iris giallo, breve paddlelike
pinna caudale, ed elevato all'occipite. Una grande
campione è stato conservato e analizzati con il
risultato che la forma con due strisce orizzontali
rappresentano una nuova specie, e la specie sintopiche
rappresenta N. furcifer. L'obiettivo di questo documento
è di fornire una descrizione formale della nuova specie,
e la ridefinizione del poco conosciuto Fer N. Furci.
materiale e metodi
I campioni sono stati raccolti per mezzo di SCUBA
marcia con una multa maglie rete reti e della mano . il
campioni sono stati fissati in formalina al 10% e successivamente
conservato in etanolo al 70% . Fin clip per il DNA
analisi sono state conservate in etanolo al 95% .
Le misurazioni ei conteggi sono stati registrati come
descritto da Roberts & Kullander ( 1994) . il
lunghezza del peduncolo caudale è misurata dalla
la base della ultimo raggio della pinna anale al
centro della base della pinna caudale. Caudal-fin
concavità è stata calcolata come percentuale del
lunghezza del mezzo relativa alla lunghezza della
più lungo lobo; minore è la figura, il più profondo
la concavità. Scale in una fila longitudinale sono
contato come descritto da Trewavas (1946) e
includere le scaglie della linea laterale superiore seguiti
da quelli della fila orizzontale contenente il
linea laterale più basso a partire dalla prima scala
la riga obliqua (pendenza rostrad e ventrad)
successivo dietro quella contenente l'ultima scala del
linea laterale superiore. linea laterale scale sulla caudale
pinna non sono conteggiati. Conti di scale linea laterale
includere tutte le scale fino al canalbearing posteriormost
bilance in linea laterale superiore, e al
anteriormost scala canale portante nella parte bassa
linea laterale. Ciò significa che, soprattutto nel
linea laterale inferiore, il conteggio può includere vari
scale da cui neuromasti o canali ossei sono
assente. conta vertebrale e conti di raggi della pinna in
pinne impari sono state prese da X-radiografie.
conta vertebrali includono l'ultimo mezzo centrum.
I denti sono stati contati in fila esterna su un lato
(Prevalentemente il lato sinistro) della tomaia e
mascella inferiore. Conti di raggi caudali pinna includono
raggi procurrent non segmentati, la ramificata marginali
ray segmentato, ei raggi ramificati
separati da punti, conti di superiore e inferiore
lobi separati da un segno più. X-radiografie erano
realizzato su carta Kodak pellicola X-OMAT V utilizzando una Philips
MG-105 bassa tensione apparecchio radiologico.
Abbreviazioni: NLF0 = neurocranial laterali
linea forame 0; SL = Lunghezza standard.
dati morfometrici sono stati gestiti e analizzati
utilizzando IBM Statistics 20 (IBM 2011), ad eccezione
che l'analisi delle componenti principali (PCA) di
le misurazioni è stato realizzato utilizzando una procedura separata
per la tranciatura dei componenti, partialling fuori
residui dimensioni multivariata dal secondo e
ulteriori componenti come descritto da Humphries
et al. (1981). L'analisi è stata fatta con PCA
log-trasformati i dati di misura di un decimo di
millimetro in una matrice di covarianza, e senza
rotazione.
Cinque frammenti genici sono stati utilizzati per un filogenetica
analisi del DNA. Tre dei frammenti
sono mitocondriale: citocromo c ossidasi subunità
I (COI) (685 coppie di basi); Citocromo b (CYTB)
(948 bp), e NADH-Ubiquinone Ossidoreduttasi
catena 2 (ND2) (1047 bp). Due dei frammenti
sono frammenti nucleari del ricombinazione Attivazione
Gene 1 (RAG1), che rappresenta esone 3
(1050 bp) e Intron 2 (918 bp), rispettivamente.
DNA è stato estratto utilizzando un GeneMole (Mole
Genetica) completamente automatizzati strumento liquido-handling,
con le MoleStrips (Mole Genetica) e kit
protocollo raccomandato. reazioni di PCR sono statieseguita con il puReTaq pronto Go PCR
Kit (bioscienze Amersham).
Primer utilizzati per amplificare i rispettivi frammenti:
COI: FishF1 (5'-tcaaccaaccacaaagacattggcac-
3 ') e FishR1 (5'-tagacttctgggtggccaaagaatca-
3 ') (Ward et al, 2005).; CYTB: L_CYTB (5'-actaatgacttgaaaaaccacc-
3 ') e H_CYTB (5'-caggtgaggatggcgacg-
3 ') (Nevado et al, 2009).; ND2:
MET (5'-cataccccaaacatgttggt-3 ') e TRP (5'-gagattttcactcccgctta-
3 ') (Kocher et al, 1995).; RAG1
esone 3: CF1 (5'-gccgccagatcttccagccct-3 ') e CR5
(5'-tgcgggcgtagtttccattca-3 ') e RAG1 introne 2:
KaliF1 (5'-aagggtttatgttcaatcaa-3 ') e CR1 (5'-agggctggaatatctggcgg-
3 ') (Clabaut et al., 2005).
I prodotti di PCR sono stati controllati sulla minigel, e
purificata utilizzando il alcalina Fastap termosensibile
Fosfatasi (Fermentas Internazionale) purificazione
kit. Il sequenziamento di entrambi i filamenti di tutti
frammenti è stata effettuata da Macrogen Europa
(Amstelveen, Olanda) utilizzando gli stessi primer
come per l'amplificazione PCR. Tutte le sequenze sono state
a prova di lettura e assemblato utilizzando il software
Geneious v. 6.1.2 (Drummond et al., 2012). sequenze
utilizzato in questo studio sono riassunti nella
Tabella 1. Le sequenze sono state allineate con il
MUSCOLO (Edgar, 2004) plug-in per Geneious. Solo
una specie di ciclidi Tanganika, Tropheus
duboisi Marlier (1959), ha avuto tutti e cinque corrispondenti
frammenti disponibili in GenBank, ed è stato incluso
nell'analisi. L'allineamento combinato
Immagine
Fig. 1. esemplari conservati , tutti dalla Tanzania : lago Tanganica ; una , Neolamprologus timidus , NRM 11897 , olotipo ,
89,8 millimetri SL , maschio adulto : Ulwile Isola ; B , N. furcifer ( Udachi ) , NRM 65412 , 108,6 millimetri SL , maschio adulto : Udachi ;
C , N. furcifer ( Ulwile ) , NRM 65413 , 116,5 millimetri SL , maschio adulto : Ulwile Island.


comprende sequenze che rappresentano 18 esemplari
di nove specie ed è 4648 bp. In tutte le analisi
microlepis Boulengerochromis ( Boulenger , 1899b )
( Boulengerochromini ) e tropheus duboisi ( Tropheini )
sono stati designati outgroup .
L' analisi filogenetica è stata eseguita
utilizzando il software MrBayes v . 3.2 ( Huelsenbeck
& Ronquist , 2001; Ronquist et al . , 2012) . dati era
partizionato secondo il gene , la proteina codificanti
frammenti è stato ulteriormente suddivise in base alle
posizione codone ( primo, secondo , terzo) , e parametri
stimato separatamente per ciascuna partizione . il
GTR + Γ + modello che è stato utilizzato . L' analisi è stata eseguita
per due milioni di generazioni , in cui tempo medio
deviazione standard di frequenze split riferito
da MrBayes era ≤ 0,01 . I campioni sono stati prelevati
ogni 1000 generazioni , e il primo 25 % del
campioni sono stati scartati come " burn-in " .Abbiamo anche effettuato un'analisi di tutte le ND2 e
sequenze CYTB in GenBank , per lo più forniti
nelle analisi di Day et al . (2007 ) e Sturmbauer
et al. ( 2010) , con l'aggiunta della nostra
dati. Questa analisi è venuto fuori simile a già
pubblicato risultati , e non è stato ulteriormente elaborata .
I campioni studiati sono depositati in svedese
Museo di Storia Naturale , Stoccolma
( NRM ) e il Museo di Storia Naturale , Londra
( BMNH ) . I campioni inclusi nelle analisi del DNA
sono elencate nella Tabella 1 .
Nell'affrontare campioni distinti riconducibili a
Neolamprologus furcifer , abbiamo designato come N. furcifer
( Udachi ) esemplari conforme al fenotipo
raccolti in Udachi , N. furcifer ( Ulwile ) per
il fenotipo ritirati presso Ulwile , e semplicemente
N. furcifer per esemplari rimanenti di tali specie .
Immagine
Immagine
Fig. 4. fotografie subacquee in habitat naturali ; una , Neolamprologus timidus a Kolwe Point , 20 m di profondità ; B , N. furcifer
( Udachi ) a Kolwe Point , 20 m di profondità ; C , N. timidus a Musi Point , 6 m di profondità ; d , N. furcifer ( Ulwile ) a Musi
Point , 6 m di profondità ; e , N. timidus a MTOSI , 5 m di profondità ; f , N. furcifer ( Ulwile ) a MTOSI , 5 m di profondità .

Immagine
Fig. 5. Neolamprologus timidus ; giovanile, circa 20 mm di lunghezza totale , dalla Ulwile Island, fotografato in vivo
acquario. non conservate

Fig. 3. Living specimens, all from Tanzania: Lake Tanganyika: Ulwile Island; a, Neolamprologus timidus, NRM
59617, paratype, adult male, 83.9 mm SL; b, N. timidus, NRM 59617, paratype, adult female, 75.0 mm SL; c, N. furcifer
(Ulwile), NRM 59619, adult male, 116.5 mm SL; d, N. furcifer (Ulwile), NRM 59619, adult female, 96.6 mm
SL.


colorazione dal vivo( Fig . 3a - b , 4a , C, E ) . Complessivamente
medio- marrone scuro con due longitudinali scure
strisce sul corpo appena sopra centro del lato . Occhio
nei maschi dominanti con il rosso a marginale arancione
anello , in arancione femmine al giallo . Blue Iris . arancia
colore e deboli piccole macchie bluastre sulla pinna caudale
e una parte posteriore della pinna dorsale . Dorsale marrone fin
con un margine di colore arancione scuro seguita da una blue
Trim, sia esteso sulla pinna caudale . pinna pelvica
e pinna anale con lo stesso margine e tagliare , ma
meno intenso . Pettorale luce pinna gialla o trasparente .
A due località ( Kamamba e Isole Ulwile )
giovani solitari sono stati osservati insieme
con gli adulti . Il loro modello di colore era simile a
gli adulti , ma nel campo apparivano scura ;
in acquario ( Fig. 5 ) , più pallido con distintivo scuro
segnaletica orizzontale e macchia a caudale -fin
base.

Distribuzione geografica e habitat. conservato
il materiale è disponibile da Kampemba
Point, Ulwile Isola, MTOSI, e Namansi, dove
osservazioni sono state anche fatte (Figg. 6-7). A conservato
esemplare è disponibile da molto anche
più a sud, a Msamba (Fig. 6). osservazioni
sono state effettuate a tutte le isole della zona Kipili
(Kamamba, Kasisi, Kerenge, Lupita, Mvuna,
Mwila, Nkondwe, Ulwile) e lungo la rocciosa
costa da Mswa Point nord a Kampemba Point,
Korongwe, Mwaka, Katondo e Kolwe Point,
gli ultimi due a Cape Mpimbwe. la più meridionale
osservazione è stata fatta a Kisi Island al largo della
costa rocciosa a sud di Ninde. L'estensione costiera
della distribuzione approssima 100 km. Neolamprologus
timidus è simpatrica con N. furcifer a
Kolwe Point sud a Kampemba Point, e al
Lupita e Isole Ulwile sud a Kisi Island.
La località tipo è la costa rocciosa al Musi Point,
sul lato sud-est di Ulwile Island (Fig. 8).
I campioni sono stati osservati a profondità che variano da
2 a 40 m nel biotopo roccioso scuro (Fig. 4 bis, C, E),
e incontrato in coppie in difesa di un territorio
sopra una grotta buia di difficile accesso. Il territorio
era spesso situato ad una grande roccia o masso, che,
se abbastanza grande era abitata anche da altre specie,
come N. furcifer e Julidochromis sondaggio regani
(1942) nel territorio di N. timidus. osservato
individui sono stati trovati quasi sempre a testa
giù nella grotta con la pancia in prossimità del substrato
o su un substrato verticale con la testa
verso il basso.

Descrizione. Descrizione completa data di Udachi
modulo, seguita da note su sintipi e Ulwile
formarsi quando diverso. I campioni da Kigoma
e Mtoto, striscioni con lunghi caudale-pinna come
le sintipi e la forma Udachi, sono compresi
nelle analisi morfometriche e tabelle meristici
solo. Le misurazioni ei conteggi sono riportati nella
Tabelle 3-8.
modulo Udachi. allungata corpo; compresso lateralmente,
più caudale. predorsale contorno
ascendente direttamente alla protuberanza morbida in cima
testa, presente in entrambi i maschi e femmine, di primo piano
in grandi esemplari, a poco a poco meno con
dimensioni del corpo più piccolo, poco appariscente nel più piccolo
campione. Dorsale contorno leggermente in pendenza. Addominale
contorno quasi rettilineo, leggermente ascendente
alla base della pinna anale-. Caudal peduncolo dorsale e
margini ventrali leggermente concavo. Orbit grande,
posizionato approssimativamente metà di testa
lunghezza.
Bocca moderatamente grande, leggermente più ampia rispetto
spazio interorbitale, in posizione bassa, mascella inferiore a
linea con il profilo del torace; mascella superiore leggermente sporgente;
labbro superiore di spessore, labbro inferiore ampiamente interrotto
anteriormente. Mascella raggiungendo posteriormente a verticale
dal margine anteriore dell'orbita. ascendente premascellare
processi che raggiungono a verticale da anteriore
margine di orbita. Mandibola su ogni lato
con due lunghi, corpulento, caniniform fortemente recurved
denti leggermente lateralmente alla sinfisi, dente laterale
leggermente più lungo dente mediale, comunemente anche
un dente molto inferiore di forma simile più vicino
sinfisi; su ciascun lato della sinfisi, interiore
cerotto trasversale molto piccoli denti, in circa 3-5
le righe; posterior a grandi canini, una laterale esterna
fila di denti caniniform molto più piccole , e un
fascia interna dei denti inferiori, pari a circa tre
filari anteriormente , stretto posteriormente . Mascella superiore
su entrambi i lati con tre lunghi , corpulento , fortemente ricurvo
denti caniniform anteriormente , aumentando in
formato da symphysial a laterale; lateralmente lungointero braccio dentigerous di premaxilla una fila densa
di denti caniniform più piccoli ; denti interni molto piccoli ,
in una banda di circa cinque righe symphysially , restringendo
giù per una riga posteriormente . denti in
mascella superiore hemiseries esterni (allargata + normale)

Distribuzione geografica . Neolamprologus furcifer
è segnalato per avere una distribuzione lakewide
( Poll, 1956 Konings , 1998) , associata a roccioso
habitat litorale. La località tipo , Kinyamkolo ,
è impreciso , riferendosi alla parte meridionale del Lago
Tanganica , e gli esemplari erano probabilmente
raccolti sulla costa sud-occidentale ( Konings ,
2013) . esemplari della Tanzania riportati qui sono
da Udachi e vicine località , e da
Ulwile isola e località costiere un po 'più
sud ( figg . 6-7 ) .
Immagine
Mappa del lago Tanganica che mostra che raccoglie i luoghi di Neolamprologus timidus ed esaminato N. furcifer , e
scala osservazioni combinate di N. timidus (grigio ) .


Immagine
Mappa di parte della costa della Tanzania del lago Tanganica
mostrando relativo modello simpatria di Neolamprologus
timidus e N. furcifer , sulla base di osservazioni di campo .


Immagine
Fig. 8. Località tipo di Neolamprologus timidus , Musi Point a Ulwile Island, Lago Tanganica , visto da est .

Discussione
Neolamprologus furcifer è stata descritta per la prima brevemente
in una chiave, senza menzione di particolari esemplari
(Boulenger, 1898a), e poi più pienamente e con
una figura, con riferimento a tre esemplari da
Kinyamkolo, e uno da Mbity Rocks (Boulenger,
1898b). Boulenger (1915) elencato due esemplari
da Kinyamkolo specificamente come Tipi
(BMNH 1898/09/09: 17-18). Questi ultimi sono ragionevolmente
buone condizioni ma molto morbido. Le scale sono
assente dalla guancia, e il primo e secondo
I raggi pelvico-pinna sono circa uguali in lunghezza, o la
quest'ultimo leggermente più lungo. La pinna caudale è emarginate
con punte marginali a punta. Sono d'accordo quindi con
la forma qui descritta da Udachi, e con
esemplari disponibili da Kigoma e Mtoto su
la costa occidentale del lago. Ci riferiamo quindi quelli
campioni di N. furcifer, ma nota che la variabile
stato di conservazione e di ampie variazioni nella conta
e misure proporzionali suggeriscono che
grande serie di campioni provenienti da diverse parti
il lago può mostrare questo concetto di N. furcifer a
essere un composito, e la nostra caratterizzazione di N. furcifer
dovrebbe essere testato su un campione più ampio daltipo di area località all'estremità meridionale del lago
Tanganica. Kinyamkolo è spesso identificata con
l'attuale città di Mpulungu in Zambia, ma
dovrebbe essere inteso come una regione più ampia alla
all'estremità meridionale del lago Tanganica (Konings 2013:
21).
Nel materiale costa della Tanzania riportati qui
e riferibili a N. furcifer degli autori ci sono
tre gruppi morfologicamente distinte, identificate
da gruppi PCA, la forma della caudale, pettorali,
e pinne pelviche, e la presenza / assenza di guancia
scale. Essi rappresentano sei località che si estendono
oltre 60 km in linea retta, a 100 km di costa,
da nord a Namansi Udachi. Le grandi serie sono
disponibile da Ulwile Island e Udachi. I campioni
da Ulwile Isola rappresentano due distinti
morfologie. Uno, qui riconosciuti come N. ti midus,
è caratterizzata da una lunga a punta filanti caudali-fin,
scale che coprono la guancia, e il primo pelvicfin
ray il più lungo. La seconda forma è breve,
lobi caudali-fin arrotondati, guance nude, e la
secondo raggio pelvico-FIN la più lunga. I campioni da
Udachi hanno filanti lunghi come N. timidus, ma
guancia nudo e il secondo raggio pelvico-Fin è la
più lunga. I campioni provenienti da altre località sono stati identificato come appartenente ad una o l'altra di queste
forme. Solo due campioni si sono dimostrati difficili . NRM
51517 , da Kampemba Point , ha più breve caudalfin
filanti rispetto ad altri N. furcifer ( Udachi ) , ma
i lobi caudali -FIN non sono larghe e arrotondate
come in N. furcifer ( Ulwile ) . Il campione NRM
51519 , da MTOSI , ha solo brevi lobi caudali - fin,
ma più appuntito che in altre N. furcifer ( Ulwile ) ,
e rappresenta potenzialmente la più a sud
N. furcifer con lunghe stelle filanti caudali -pinna. NRM
51509 , dalla stessa località , tuttavia , ha il
tipica forma a pinna caudale di N. furcifer ( Ulwile ) .

Distribuzione geografica .
Neolamprologus timidus
è stato osservato in tutte le isole in prossimità
Kipili, i. e., Kamamba, Kasisi, Kerenge, Lupita,
Mvuna, Mwila, Nkondwe (Fig. 5), e Ulwile
(Fig. 5, 7), e lungo la costa rocciosa da Mswa
Puntare a nord verso Kampemba Point. abbiamo osservato
la specie a sud fino a Kisi Island al largo della
costa rocciosa a sud di Ninde. Partiamo dal presupposto che la
Kilambo Fiume trova a 6 km a sud di Isola Kisi
e le successive 2 spiagge sabbiose km farebbe
rappresentano il confine meridionale della distribuzione. il
area di distribuzione include poi Lupote Rocks
situato appena 5 km a sud di Kisi Island e basta
1.4 km a nord del fiume Kilambo. Le specie
ha, tuttavia, non è stato osservato per questo frazione.
Dal momento che Lupote Rocks è un avamposto roccioso situato in
la parte più meridionale dell'area presunto di
distribuzione e piuttosto isolato dalla vicina
costa rocciosa dalle acque molto profonde, è probabile che
N. timidus non è presente tra gli enormi massi
la formazione di questo habitat. Neolamprologus furcifer era,
tuttavia, osservato Lupote Rocks. Il campione
di N. timidus ritirati presso Msamba da Moore
(BMNH 1906.9.6.52) suggerisce una molto più a sud
Distribuzione (Fig. 6). Abbiamo fatto diverse immersioni
a Msamba e nelle vicinanze (Kalandasi Point, Mtipa
Bay, Kashia Island). Neolamprologus furcifer è
presentiamo a queste località, ma non abbiamo trovato
N. timidus. Forse il timidus N. sono stati ottenuti
più a nord, nell'intervallo noto di
N. timidus ma Msamba è stato utilizzato come un comodo
etichetta per campioni ottenuti su una superficie maggiore.
L'osservazione più settentrionale di N. timidus era
fatta a Kolwe Point, Cape Mpimbwe. Abbiamo trovato
specie in vari punti da Kisi Isola
e Kampemba Point, situato a 7,5 km a sud di
Cape Mpimbwe. Abbiamo anche osservato che a Katondo,
Mwaka, e Korongwe, tutte e tre le località a sud
di Kolwe Point. Dal momento che non ci sono barriere evidenti
a nord di Kolwe Point, è probabile che N. timidus
si verifica lungo la costa rocciosa di
Utinta, che rappresenta l'ultimo habitat roccioso
Cape Mpimbwe. A nord di Utinta lunga 7 km
spiaggia di sabbia si trova che è più probabile la
Barriera settentrionale per la specie. Più a nord, a
la costa rocciosa di Udachi, Kansombo e Kekese
non siamo stati in grado di trovare N. timidus. il
zona costiera confermato di distribuzione è quindi
tra Kolwe Point a Cape Mpimbwe e Kisi
Island, una distanza di 100 km. La distribuzione anche
comprende le isole di Kamamba, Kasisi, Kerenge,
Lupita, Mvuna, Mwila, Nkondwe, Ulwile e
Kisi con un tratto totale aggiuntivo di 35 km.
Nelle aree di simpatria, N. timidus e N. furcifer
sono sintopiche (a Kolwe Point sud a Kampemba
Punto; a MTOSI sud a Kisi Isola),
formando una coppia di specie criptiche, con circa il
stesso comportamento e con le stesse dimensioni, e
colore distintivo, la forma del corpo, e la forma della pinna
eccetto la pinna caudale. La figura 4 mostra sintopiche
individui di N. timidus e N. furcifer a tre
località.Neolamprologus furcifer è assente da una grande
parte della distribuzione di N. timidus ( Fig . 6 ) . No
osservazioni N. furcifer sono stati fatti lungo
la costa da sud di Kampemba Point to
Mkinga Bay ( circa 4 km a sud di Kipili ) , su una superficie
abitato da sola N. timidus (Figg. 6-7 ) . Al
isole , entrambe le specie sono presenti a Lupita e
Ulwile isola, ma le rimanenti sei isole
( Kamamba , Kasisi , Kerenge , Mvuna , Mwila , e
Nkondwe ) solo N. timidus era presente ( Fig . 6 ) .
è stata osservata furcifer Neolamprologus ( Ulwile )
sud a MTOSI ; a sud di lì , solo N. furcifer
con lunghi , ha sottolineato lobi caudali - pinna erano
osservato .

I caratteri di Neolamprologus. l'endemica
Lago Tanganica genere ciclidi Neolamprologus
Colombé & Allgayer (1985) rappresenta una eterogenea
gruppo non recuperato come monophyletic in
analisi filogenetica molecolare (Schelly et al.,
2006; Giorno et al., 2007; Sturmbauer et al., 2010;
presente studio). Nella loro proposta originale, Colombé
& Allgayer (1985) ha fornito una breve sintesi
di caratteri per ciascuna delle lamprologin
generi che essi riconosciuti (Lamprologus Schilthuis
(1891); Neolamprologus, Variabilichromis
Colombé & Allgayer, Lepidiolamprologus Pellegrin
(1904), e Paleolamprologus Colombé & Allgayer)
ma non ha fornito alcun carattere diagnostico chiaro
per qualsiasi dei generi. Invece risulta dalla
la loro discussione e la figura che essi considerano come
diagnostica generici diversi riduzioni nella
numero di ossicini infraorbitali. in Neolamprologus
ossicini infraorbitali sono assenti, come in altri due
lamprologin generi, Julidochromis, e Telmatochromis.
Sono inoltre assenti in Chalinochromis, un
genere non esaminato da Colombé & Allgayer, e
in Altolamprologus Poll (1986), le specie di cui
sono stati inclusi in Neolamprologus da Colombé &
Allgayer. Nei restanti generi almeno
ossicini infraorbitale dermosphenotic o altre sono
presente (Stiassny, 1997; Schelly, 2007). Il tipo
Specie di Neolamprologus è N. tetracanthus (Boulenger,
1899a).
Poll (1986) ha respinto il valore di infraorbitario
ossicini come diagnostici per generi di lamprologins.
Ha diagnosticato Neolamprologus avendo la prima
ray pelvica pinna più lungo degli altri, presenza di
occipitale, toraciche e addominali scale, infraorbitale
ossicini di solito assenti, e non più di
60 scale in una fila longitudinale. Poll (1986) synonymized
il monotipico Variabilichromis e
Paleolamprologus, in cui sono infraorbitals
presente. Stiassny (1997) resuscitato Variabilichromis
con riferimento alla presenza di infraorbital
ossicini e la posizione basale nella struttura di
Sturmbauer et al. (1994). Paleolamprologus ha
rimasto in sinonimia di Neolamprologus, ma
Stiassny (1997) ha rilevato che nelle unica specie,
P. toae, ci sono sei o sette infraorbitario
ossicini, in contrasto con gli altri ciclidi africani,
in cui ci sono tipicamente cinque non quando
ridotto o co-ossificata. Nella più recente molecolare
filogenesi (Day et al, 2007;. Sturmbauer
et al., 2010) lamprologins si dividono in due grandi
gruppi, uno in cui la cartilagine labiale solitamente
è ossificata, e uno in cui rimane cartilagineo.
Paleolamprologus toae e Variabilichromis
moorii (Boulenger, 1898a) sono successivamente basale
nel clade "non ossificato", giustificando la validità
di Paleolamprologus se Variabilichromis è riconosciuto.
Questo clade comprende anche la specie tipo
di Neolamprologus, N. tetracanthus, e un mix di
Julidochromis, Chalinochromis, Neolamprologus, e
fluviatile Lamprologus.
Il dermosphenotic e altri infraorbitals
sono assenti in N. timidus e N. furcifer, e la
cartilagine labiale non è ossificata. A differenza da
Lepidiolamprologus e poche altre specie del
"Ossificato" gruppo, il poro coronalis è semplice
invece rappresentata da due aperture separate.
Neolamprologus timidus è inoltre conforme al sondaggio di
Diagnosi del genere ad avere il primo pelvicfin
ray più lungo del secondo, come avviene in
la maggior parte delle altre specie del genere esaminate. In tutto
esemplari qui segnalato come N. furcifer, ma anche in
N. leleupi (Poll, 1956), sia il primo e il secondo
raggi sono circa della stessa lunghezza o la seconda
leggermente più lungo. di Poll (1986) diagnosi di Neolamprologus
servito principalmente per distinguerlo da
Lamprologus in cui il secondo e il terzo pelvicfin
I raggi sono i più lunghi. La specie tipo del Lamprologus
è L. congoensis Schilthuis (1891) dal
Congo River. Lamprologus del sondaggio comprendeva tutto
Specie lamprologin dal fiume Congo e un
numero di specie dal lago. Tra il lago
specie con il secondo raggio pelvico-fin la più lunga,
sollevata dal sondaggio al Lamprologus, la maggior parte sono
di piccole dimensioni inferiori orientata allevatori shell come
'L.' ocellatus (Steindachner, 1909), stappersi 'L.'
(Pellegrin, 1927), 'L.' ornatipinnis Poll (1949), o
allevatori di fango-tunnel come 'L.' signatus Poll (1952)
e 'L.' kungweensis Poll (1956) con arrotondata
pinna pelvica, per i quali l'abitudine di stare direttamente
sul fondo con ampio pelvico come supporto
fornisce un'alternativa, adattivo, spiegazione
la forma pelvica-pinna. 'Lamprologus' finalimus Nichols
E La Monte (1931) è una specie poco note,simile a Neolamprologus caudopunctatus ( Sondaggio
1978) (Konings, 1998). callipterus 'Lamprologus'
Boulenger (1906) è anche un spawner shell, ma con
forte dimorfismo sessuale dimensioni, le femmine simili
ad altri piccoli riproduttori di shell, i maschi fino a 15 cm
lungo. Per quanto studiato, queste specie condividono lo
assenza di infraorbitals con Neolamprologus, ma
spetta al clade contenente Altolamprologus
e Lepidiolamprologus in analisi molecolari (Giorno
2007; presente studio). Il fiume Congo Lamprologus
sono un morfologicamente relativamente omogenea
gruppo, diagnosticata da avere due o tre infraorbitario
ossicini seguenti lacrimale. Sebbene
supporto molecolare è carente, il fiume Congo
Lamprologus hanno più probabilità di un gruppo monofiletico
(Schelly & Stiassny 2004; Schelly, 2007). Salvo che
riferibili ad alcuni altri genere, specie sul lago inclusi
in Lamprologus da Poll (1986) o conforme
alla sua diagnosi del genere può quindi convenientemente
essere distinti come 'Lamprologus', con
il nome generico tra virgolette in attesa di una completa
revisione della Lamprologini, come proposto
da Konings (1998). Una più specie con ampia
pinna pelvica e substrato-riposo, lemairii Lamprologus
Boulenger (1899b), è stato posto anche dal sondaggio
in Lamprologus. Condivide con Lepidiolamprologus
Accoppiato pori NLF0 e la presenza di un dermosphenotic
(Schelly, 2007), e può essere più convenientemente
classificato con quel gruppo. conclusivamente,
la forma pelvica pinna può essere più indicativo di
comportamento che di filogenesi. Neolamprologus
furcifer non è noto per poggiare sul fondo, e
a differenza del bentonico 'Lamprologus', la pinna pelvica
allungata anziché arrotondato. Di conseguenza,
e in accordo con gli alberi molecolari, la mancata ossificazione delle
cartilagine labiale e l'assenza di infraorbitals,
N. furcifer si riferisce a Neolamprologus.
Immagine


Avatar utente
Stefano
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12453
Iscritto il: 10/04/2014, 23:33
Reputation: 380
Località: ROMA
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 1995
Contatta:

Descrizione di Neolamprologus timidus , Nuove specie , e la revisione delle N. furcifer dal lago Tanganica

Messaggioda Stefano » 11/02/2016, 12:07

Bellissimo articolo è ben fatto.
Quelli sul Tanganica mi affascinano.

Grazie.

Ciao...Stefano
L'Acquariofilia e' una passione e le passioni bisogna coltivarle !!!



Torna a “TANGANICA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite