Malawi e sistemi di filtraggio

Per tutte le tipologie di vasche di qualsiasi dimensione, il filtro è una parte determinante,permette di”purificare” l’acqua al suo interno e renderla vivibile per i pesci,infatti viene letteralmente definito il”cuore dell’acquario”,svolge un’azione meccanica,biologica e chimica…nel malawi è ancora più importante,visto il carico organico e l’assenza di piante o quasi,quindi la portata effettiva deve essere almeno 3 o 4 volte il volume d’acqua della vasca….precisiamo che la portata data dai costruttori non è quella reale,o meglio viene data a filtro vuoto senza calcolare la resistenza dei materiali filtranti,capite che si riduce di molto…..
per meccanica si intende che l’acqua attraversando i materiali filtranti deputati a questa funzione(spugne a grana diversa,lana sintetica,etc)viene purificata dallo sporco particellare e visibile,rendendola cristallina e preservando gli altri materiali dallo sporcarsi velocemente.
la funzione biologica,non visibile è la più importante,l’acqua viene privata delle sostanze tossiche che si creano in acquario dai rifiuti….per questa funzione sono usati materiali porosi(cannolicchi ceramici,vetro sinterizzato,graniglia lavica etc)…questi materiali,sono il substrato che permette alle colonie batteriche utili di insediarsi in numero sufficiente a svolgere la propria funzione attraverso il proprio metabolismo…
quella chimica,va usata all’occorrenza,serve per togliere dall’acqua sostanze coloranti e,o velenose,tipo i resti di un medicinale dopo un trattamento…per quest’azione vengono usati i carboni attivi con la loro azione adsorbente…..diciamo anche che il carbone non ha un’azione selettiva,o meglio trattiene non solo le sostanze tossiche o coloranti,ma anche quelle utili,tipo i fertilizzanti…ecco perchè va usato saltuariamente e,o all’occorrenza.
Il sistema filtrante più conosciuto è il cosidetto FILTRO INTERNO,solitamente si presenta in materiale plastico a 3 scomparti,in cui vanno collocati il riscaldatore(non sempre),i materiali filtranti ed una pompa che permette il ricircolo dell’acqua al suo interno…di pro ha che in caso di rottura e malfunzionamenti,non crea problemi di fuoriuscita d’acqua,in quanto è sistemato all’interno della vasca,quindi è più sicuro,invece di contro ha che è veramente antiestetico,inoltre soprattutto in vasche non grandi ruba troppo spazio e litri…

1

Poi parliamo dei FILTRI ESTERNI,detti in gergo comune anche a canestro o bidoncino,sul mercato c’è una buona offerta di dimensioni,portata e qualità….sono molto efficienti,hanno il pregio di avere in vasca solo l’entrata e l’uscita(in e out),quindi esteticamente perfetti,di contro però se dovessero perdere per qualsiasi motivo,rischiamo di allagare casa! per fortuna capita di rado…è comunque buona norma avere a disposizione i ricambi per qualsiasi evenienza,soprattutto la guarnizione della testata o corpo motore…..l’in deve essere sistemato a 5 o 6cm dal fondo,l’out a pelo d’acqua in moda da smuovere la superficie ed ossigenare al meglio…

2

Un’altro sistema di filtraggio,meno conosciuto è il FILTRO UMBRO,riassumendo in poche parole è un tipo di filtro interno angolare semplificato,di abbastanza facile realizzazione con poco spreco di spazio e basso impatto visivo…cercheremo di descriverlo….si incollano 2 pannelli(vetro,materiali plastici rigidi) all’angolo della vasca,di cui quello più esterno di qualche cm più in alto sopra il livello dell’acqua e su cui nella parte bassa verranno praticati dei fori(una decina)che saranno l’aspirazione…il pannello interno,dovrà essere incollato a circa 1cm di spessore da quello esterno e dovrà essere più corto di 7/8cm…tramite una pompa ben dimensionata,il flusso dell’acqua passerà dai fori precedentemente praticati del pannello esterno e risalirà nello spazio tra i 2 pannelli,passando prima per la parte meccanica,biologica,per poi essere ributtato in vasca…..la pompa può essere sistemata sotto i materiali filtranti,pescando ovviamente dal fondo e tramite un tubo rigettare l’acqua in vasca,oppure sopra i materiali filtranti,pescando dal fondo con annesso tubo rigido che attraversa i materiali….questo sistema di filtraggio fai da te,vista l’ampia sezione,permette di avere portate elevate con passaggio lento attraverso i materiali filtranti,quindi risulta molto efficiente.

3 4 5

Qualunque sistema di filtraggio per quanto efficiente,decidiate di usare per la vostra vasca,non dimenticate di prenderlo di una portata 3 o 4 volte il volume netto della vasca e che comunque nessun filtro anche se determinante,da solo permette di mantenere l’acqua in buone condizioni….non si transige comunque di effettuare cambi d’acqua regolari settimanali,giusta popolazione,giusta quantità di cibo,insomma tutta quella manutenzione che fa si che i pesci stiano nelle migliori condizioni possibili…

By Stefano e Luigi(Aulo73) 

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata